Volgarizzazione del termine “oscar”

autore:

Gianluca Morretta

La Corte d’Appello di Venezia, con sentenza depositata in data 23 dicembre 2011, ha stabilito che l’uso estensivo (“diffuso, intenso e prolungato”) del termine “Oscar” ha fatto sì che lo stesso abbia assunto nella lingua italiana il significato generico di “primo premio di una manifestazione” determinando la volgarizzazione del relativo marchio. Se negli intenti di chi la utilizza la parola “Oscar” può ancora implicare un paragone con il premio cinematografico, lo stesso non avviene più nella mente del vasto (e meno informato) pubblico che lo percepisce, essendo trascorso ormai quasi un secolo dalla prima edizione dell’Oscar cinematografico il quale, sebbene tuttora rinomato, può solo essere considerato un Oscar tra i tanti. In conclusione, la Corte di Appello di Venezia ha dichiarato la decadenza per volgarizzazione del marchio italiano “Oscar” n. 988.918 (risalente al 1982) e la nullità per originario difetto di carattere distintivo del più recente (2002) marchio comunitario “Oscar” n. 293.1038, entrambi di titolarità della Academy of Motion Picture Arts and Sciences (AMPAS).
Corte d'Appello Venezia 23 dicembre 2011.pdf

Ultima modifica ilVenerdì, 17 Ottobre 2014 14:49